Correre, soprattutto per una Maratona, richiede un impegno regolare e mirato.

Se escludiamo chi corre a livello amatoriale, infatti, un maratoneta impiega dei mesi a preparare una singola gara.

 

In ogni caso, che siate corridori sporadici o agonistici, lo Yoga può essere un efficace allenamento, mentale e fisico!

 

Non ci sono numeri ufficiali, ma si è notato come nella preparazione atletica dei corridori di successo spesso rientri la pratica regolare dello Yoga.

Le posizioni utilizzate, specie se focalizzate sulla tonificazione, agiscono su aspetti critici per chi corre, migliorando anche la reazione del corpo contro possibili lesioni.

 

Ancora qualche dubbio?

Nessun problema! Abbiamo individuato 5 buoni motivi che potrebbero convincervi ad abbinare lo Yoga al vostro allenamento!

 

1. Rinforzo della muscolatura

 

Gli amanti dello Yoga lo sanno bene: le Asana rinforzano e sviluppano il tono muscolare, aumentando la resistenza al pari di una sessione in palestra.

Quale beneficio migliore per chi ha una maratona da correre? Provare per credere!

 

2. Il riscaldamento è tutto!

 

Una buona corsa parte da un buon riscaldamento. La pigrizia o la routine, tuttavia, ci spingono a saltare o ridurre ai minimi termini la preparazione alla corsa, aumentando il rischio di lesioni o strappi.

Con lo Yoga si ha un ottimo compromesso: la pratica regolare mantiene il corpo pronto, elastico, prevenendo i danni, soprattutto a ginocchia e legamenti. Inoltre, fare Yoga è a prova di noia e fornisce la giusta dose di relax!

 

3. Maggior controllo sulla respirazione

 

Una parte essenziale dello Yoga riguarda la respirazione e include svariati esercizi di controllo, da quelli a beneficio dell'apparato respiratorio a quelli dedicati al rilassamento, anche in situazioni di sforzo corporeo.

I metodi imparati a lezione risultano estremamente utili durante una corsa, permettendo di aumentare velocità e resistenza.

 

4. Consapevolezza dei Limiti

 

Nello sport, saper individuare i propri limiti è complicato: spesso rischiamo di spingerci troppo oltre, ponendoci delle aspettative elevate che non rispecchiano la nostra preparazione effettiva.

Lo Yoga ci aiuta a prendere consapevolezza sul corpo che abitiamo, riconoscendo sia i suoi punti di forza che quelli di debolezza. Un approccio fondamentale tanto nella vita, quanto nella corsa.

 

5. Il Relax dello Yoga Nidra

 

Lo Yoga Nidra, o "Yoga del sonno", si basa sul rilassamento profondo, un sonno "cosciente", una condizione mentale efficace per la gestione dello stress e delle emozioni in senso lato.

Lo stato di semi-incoscienza stimola il relax muscolare e psicologico, concentrandosi su ogni specifica parte del corpo e favorendo una maggior consapevolezza verso la propria identità spirituale e fisica.

Abbinare questa pratica all'allenamento aiuta a rilasciare la tensione accumulata e a capire il funzionamento di ogni membro del corpo.

 


 

Insomma, Yoga e Sport lavorano a pari passo, per il benessere del corpo e della mente.

Lascia da parte i problemi di ogni giorno e prova questa meravigliosa combinazione!